Sabato 16 dicembre alle ore 15,30, 

Recitazione di due ore e mezza del Panj Shabd Kirtan Krya, per Insegnanti e studenti avanzati. Questa meditazione riequilibra totalmente la psiche. La vibrazione su ciascuna delle dita alterna le polarità elettriche.L’indice ed il medio sono elettricamente negativi, rispetto alle altre dita.Questo produce un equilibrio nella proiezione elettromagnetica dell’aura.Praticare questa meditazione è sia una scienza che un’arte.

E’ un’arte perché modella la consapevolezza, affina i sensi e aumenta l’intuizione.E’ una scienza per la certezza testata dei risultati che produce.
 
“Stiamo preparando le persone ad entrare nell’Era dell’Acquario in modo pacifico e corretto, dando loro delle meditazioni: Kirtan Kriya, Sat Kriya e Sodarshan Chakra Kriya. Trentatré minuti al mattino e trentatrè minuti alla sera aprirà i chakra, equilibrare i tuoi tattva e ti darà il potere che è dentro di te….. “
Yogi Bhajan insegnò estensivamente il Panj Shabad, anche chiamato il mantra Beej (seme). Panj significa cinque, e questo mantra esprime i cinque suoni primari dell’Universo (SSS, TTT, NNN, AAA e MMM.) È il mantra Sat Naam dei Japji di Guru Nanak, nella sua forma di corrente sonora o naad. Questo mantra ha un forte impatto sul cervello, equilibrando gli emisferi, sbloccando l’intuizione ed espandendo la capacità e il destino di questa incarnazione. Il Panj Shabad è:
SAA, TAA, NAA, MAA.
Il mantra è tradotto come “Saa – Infinito e totalità del Cosmo. Taa – Vita, l’emergere della forma dall’Infinito. Naa – La morte, la transizione di ritorno dalla forma all’Infinito. Maa – Rinascita ancora una volta nel dominio creativo dell’esistenza “.
Nanak ha detto Sat Naam, Sat Naam è la Panj Shabad. Il corpo è composto da 5 tattvas. Sat Naam è il controllo vibratorio che permette di stimolare ed equilibrare i 5 tattvas. Sat Naam non è un grosso affare; o lo canti o non lo canti, e questo è un tuo problema. Sat Naam non conosce problemi. Ci sono 5 tattvas; Etere – conoscere l’ignoto; Aria – sognare sogni che si avverano; Fuoco – Essere vivi, l’ Agan Granthi (terzo chakra); Acqua – espansione, l’essere paterni; Terra – Esistere. SAA TAA NAA MAA – è questa la Panj Shabad. YB 1/1/1989
“Yogi Bhajan disse, durante il Solstizio Invernale del 1972, che una persona che veste di bianco e medita sulla corrente sonora per 2 ore e ½ al giorno per un anno conoscerà lo sconosciuto e vedrà l’invisibile”. Attraverso questa pratica costante, la mente si risveglia alla capacità infinita dell’anima per il sacrificio, il servizio, e la creazione.” ( da guidelines sadhana)
 
.Prenotazione richiesta .
centroyogasat@libero.it 3478115363
Recitazione di due ore e mezza di Kirtan Krya
Condividi:
Facebook